Piante curative ? Guida rapida

Piante curative ? Guida rapida

Ho tante passioni, ma mai potrei fare a meno di piantine e oli essenziali, ovviamente quando si ha questa predilezione la si estende a molteplici aspetti, diventa quasi un mutamento naturale, cambia l’alimentazione le scelte diventano più consapevoli e nasce come una sintonia e attrazione verso ciò che la natura mai si è stancata di donarci!

In lei risiede una conoscenza antica, e chi si la osserva non può che scorgerne forza, un’intelligenza viva, un arte che è sopra tutto quello che noi possiamo fare, in essa è racchiusa la perfezione, l’equilibrio!

Quando questo amore si è intrecciato con lo studio ecco che Madre Natura ci ha permesso di applicare i suoi doni per averne numerosi benefici.

Oggi vi voglio parlare delle piante curative

Spesso in salone arrivate quasi sfinite per i numerosi tentativi e pochi risultati.

Usare le piante è un arte e tutti possono farlo se riaspettano alcune regole affinché la loro azione si possa esprimere nel mondo migliore possibile.

Teniamo a mente tre parole:

  • Curare
  • Idratare
  • Nutrire.

Il cuoio capelluto va scrabbato non più di una volta al mese.

sulle lunghezze e punte non dobbiamo mai dimenticare di apportare la giusta acqua le giuste proteine e i gusti grassi.

È un pò come la nostra nutrizione.

Ogni cute ha le proprie piante da scegliere:

Su una cute secca di certo opterò per piante idratanti come il Fieno greco, l’Henne Neutro , il Karkadè, La Malva, l’Altea

Su un cuoio capelluto grasso opterò per Amla, Tulsi, shikakai,Sidr, Rosmarino, Erba Medica, Eucalipto ma anche qua non farei mancare l’Altea o la Malva.

Se presento dermatiti, psoriasi, crosticine scegliere: Hennè Neutro, Sugandhi, Rosa

Arancio Fiori, Mimosa, Bardana anche qua Altea

Nelle lunghezze possiamo davvero scegliere tra tante piante purché rinforzanti, elasticizzato proteiche e ristrutturanti via allora a

Fieno Greco, Moringa, Ananas, Altea, Hamamelis, arancio fiori, Katira, camomilla, Nagar motha, Rosa, Spinacio, Henne Neutro, Mallo di Noce, Spirolina, Malva, Verga D’oro la scelta poi diviene più specifica sul tipo di colore a cui tendiamo perché molte di queste piante aiutano ad intensificare i riflessi castani, biondi , ramati o rossi.

Altra situazione fondamentai tale è l’utilizzo di uno shampoo che sia delicato e che non contenga petrolati.

Uno schiumogeno troppo aggressivo può infatti rendere vanno il trattamento.

Importantissima la maschera o il balsamo che chiudono le squame, (ricordo che le piante quando vengono risciacquate sulle parti più deboli quindi lunghezze e punte possono traumatizzare le cuticole ricordiamo che sono sempre polveri)

Inoltre balsamo e maschera bio possono essere tranquillamente applicate sulla cute quindi un ulteriore trattamento lenitivo e ristrutturante.

Vi lascio con un video dove bevi spiego brevemente tutto

La natura non ha fretta eppure tutto si realizza

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: